© 2019 FITP Lombardia

50 ANNI CON IL 13ESIMO RADUNO LOMBARDO

FolkNewsDICEMBRE18

del Gruppo Folclorico Lampiusa

Mamma mia, che grande emozione! Per chi ancora non lo sapesse, il 2018 è l’anno in cui il GRUPPO FOLCLORICO LAMPIUSA compie 50 anni: infatti nel 1968, sulla spinta dei fondatori Aldo Imberti e Vanni Poli, veniva fondato il gruppo.

Per onorare un traguardo così importante era necessario trovare idee per dei festeggiamenti che coinvolgessero tutto il paese di Parre, dal quale il gruppo ha preso le sue radici culturali e al quale deve tutto. Ovviamente che occasione migliore poteva esserci se non quella di organizzare a Parre il 13esimo Raduno Regionale del Folclore Lombardo?

La progettazione è partita da lontano infatti, già dall’anno scorso, la volontà del gruppo durante le riunioni della FITP Regione Lombardia è riuscita a convincere i gruppi ad accettare la nostra offerta di ospitalità. Il tutto è stato organizzato in collaborazione con la FITP Regione Lombardia, rappresentata dal nostro presidente Fabrizio Nicola, e con la FITP Provincia di Bergamo, rappresentata dal presidente Francesco Gatto, ai quali va il nostro sentito ringraziamento per il notevole appoggio concessoci.
Il 23 Giugno è quindi andato in scena il 13esimo Raduno Regionale del Folclore Lombardo in concomitanza con “Sapori e Tradizioni”, manifestazione organizzata dalla Pro Loco Parre con l’obiettivo di ripresentare in chiave moderna le antiche tradizioni, non dimenticandosi quelle culinarie.

Hanno quindi partecipato, esibendosi il 23 Giugno 2018, per le vie di Parre ben 14 gruppi: Arlecchino 1949 di Bergamo, il gruppo Bergamo Folk Arlecchino Bergamasco di Bergamo, la Compagnia del Re Gnocco di Mapello (BG), il Costom de Par di Parre (BG), i Firlinfeu La Primavera di Sovico (MB), i Bej di Erba (CO), i Brianzoli di Ponte Lambro (CO), i Contadini della Brianza di Albavilla (CO), i Cumpari ra Putìa di Varese, i Tencitt di Cunardo (VA), l’Orobico di Bergamo, Renzo e Lucia di Milano, Sicilia nel cuore di Garbagnate Milanese (MI) e le Taissine di Gorno (BG).

I gruppi, al contrario delle edizioni precedenti, si son esibiti senza un percorso pre-impostato, senza orari, lasciando così che fossero le strade di Parre a guidarli per trovare un piccolo antro per regalare al pubblico la loro allegria e tradizione. È stato bellissimo il momento di ballo e di canto tra i vari gruppi e il pubblico in Piazza Fontana in occasione del discorso dell’assessore al Turismo di Regione Lombardia, Lara Magoni, dove si è percepita la reale intenzione del Raduno: conoscersi gli uni con gli altri e condividere l’allegria.

È necessario poi sottolineare un dettaglio che forse a molti è sfuggito, il nome che il gruppo Lampiusa ha dato a tale evento: “CARDELÁ A GUACIÁ I MICULÙSE”, ossia tradotto dal Gaì nostra lingua passata “CANTANDO ASPETTANDO LE STELLE”. Ci è sembrato infatti giusto onorare con questo evento la lingua antica dei pastori, dalla quale è anche nato il nome del nostro gruppo LAMPIUSA.

 

Durante il loro tragitto è stato poi consigliato a tutti di degustare anche gli angoli nascosti di Parre: i vecchi cortili, gli archi storici, la parrocchiale, l’antico affresco nella cappella di Lourdes e soprattutto, la casa Pierina, piccolo gioiello recuperato per mostrare a tutti come si svolgeva la vita a fine ‘800.

Il tutto si è infine concluso con la cena dove tutti hanno potuto assaggiare il piatto più conosciuto di Parre: gli Scarpinooc, preparati tutti a mano dai membri del gruppo.

Come vedete il gruppo Lampiusa ha compiuto 50 anni, ma non li sente e cerca sempre di rendersi propositivo con nuove iniziative per il suo paese.

Il paese è però anche la fonte essenziale di energia per il gruppo, infatti senza tutti i nostri amici che vanno dall’Amministrazione Comunale, al parroco, ai mille volontari che ogni anno e in ogni manifestazione danno una mano, alla Proloco e a tutti i Parreschi non avremmo mai raggiunto questo traguardo storico.

Auguri Lampiusa e viva il folclore!